Musei Venezia

| Biennale Venezia | Eventi culturali a Venezia | arte e cultura a Venezia | Esposizioni Venezia

Arte e Cultura: dettaglio


01 gennaio 2013

L'ANTICO GHETTO EBRAICO A VENEZIA

CENNI STORICI SUL GHETTO

La presenza degli ebrei nel territorio che sarebbe divenuto della Repubblica Veneta viene documentata sin dai primi secoli dell'era volgare. A Venezia, grande centro di scambi fra l'oriente e l'occidente giunsero, secondo la tradizione, verso gli inizi del secolo XI°.
A poco a poco, nonostante l'alternarsi di permessi e divieti di soggiorno in città, gli ebrei divennero a Venezia un nucleo considerevole.
Avvertendo la necessità di organizzare la presenza ebraica in Venezia, il governo della Repubblica, con decreto del 29 marzo 1516, stabilì che questi dovessero abitare tutti in una sola zona della città, nell'area dove anticamente erano situate le fonderie, "geti" in veneziano; inoltre stabilì che dovessero portare un segno di identificazione e li obbligò a gestire banchi di pegno a tassi stabiliti dalla Serenissima nonché a sottostare a molte altre gravose regole, concedendo in cambio libertà di culto e protezione in caso di guerra.
I primi ebrei a uniformarsi al decreto provenivano dall'Europa Centrorientale, e fu proprio a causa della loro pronuncia che il termine veneziano "geto" venne storpiato in "gheto" originando il termine che oggi viene usato per indicare diversi luoghi di emarginazione.
Il "Gheto" veniva chiuso durante la notte, mentre custodi cristiani percorrevano in barca i canali circostanti per impedire eventuali sortite notturne: nacque così il primo ghetto d'Europa.
Le sinagoghe, o "Scole", del ghetto veneziano vennero fatte costruire, tra il primo quarto del 1500 e la metà del 1600 dai vari gruppi etnici: sorsero così le Scole askenazite Tedesca e Canton, la Scola Italiana, le Scole sefardite Levantina e Spagnola.
Rimaste intatte nel tempo, malgrado alcuni interventi posteriori, queste sinagoghe testimoniano il valore del ghetto di Venezia, le cui altissime case, divise in piani più bassi della norma, dimostrano quanto fosse aumentata attraverso gli anni la densità della popolazione.
Nel 1797, dopo la caduta della Serenissima, Napoleone decretò la fine della segregazione e l'equiparazione degli ebrei agli altri cittadini; tale disposizione divenne definitiva con l'annessione di Venezia al Regno d'Italia.
Il 1938, anno di promulgazione delle leggi razziali fasciste, vide gli ebrei privati dei diritti civili e l'inizio delle persecuzioni nazi-fasciste che a Venezia portò alla deportazione di 204 ebrei veneziani: di questi solo 8 fecero ritorno dai campi di sterminio.
Quello che fu il primo ghetto d'Europa è oggi un vivo e frequentato rione della città dove permangono tuttora le istituzioni religiose e amministrative ebraiche e cinque sinagoghe riconoscibili dalla loro cupola e il Museo Ebraico, un piccolo ma ricchissimo museo con molti esempi di manifattura orafa e tessile, databili tra il XVI e il XIX secolo, testimonianza della tradizione ebraica, a cui si accede dal Campo del Ghetto Nuovo.

Orario apertura Museo
Dal 1° giugno al 30 settembre: 10.00 - 19.00; dal 1° ottobre al 31 maggio: 10.00 - 18.00.

Visite guidate alle sinagoghe
in italiano e in inglese, ogni ora a partire dalle 10.30; ultima visita guidata, dal 1° giugno al 30 settembre, alle ore 17.30; dal 1° ottobre al 31 maggio, alle ore 15.30. E' possibile, per motivi rituali, che l'ultimo tour del venerdì sia ridotto o eliminato.
Previa prenotazione, visite guidate in tedesco, francese, spagnolo ed ebraico.

Visite guidate all'antico cimitero ebraico
Domenica h. 14.30. Previa prenotazione la visita è possibile anche altri giorni della settimana.

Chiusure museo, sinagoghe e cimitero
Museo, sinagoghe e cimitero sono chiusi il sabato e le festività ebraiche, il 25
dicembre, il 1° gennaio e il I° maggio.

Informazioni e prenotazioni:
Museo Ebraico tel. 041 715 359, fax 041 723 007
e-mail prenotazioni@codesscultura.it
Prenotazione richiesta per gruppi e scolaresche.

Servizi offerti al pubblico
- sezione didattica per scolaresche e gruppi di adulti
- supporto informativo - didattico per le biblioteche scolastiche
- bookshop specializzato in cultura e religione ebraica
- visite guidate alle sinagoghe private e/o specialistiche
- visite guidate all'antico cimitero ebraico

TARIFFE
Ingresso al Museo
euro 3 intero
euro 2 ridottto

Ingresso al Museo e visita guidata alle Sinagoghe
euro 8.50 intero
euro 7.00 ridotto

Per ogni informazione la portineria dell' Hotel Elite è a vostra disposizione.







VAI ALLE OFFERTE SPECIALI

verifica prezzi e disponibilità on line!

Indietro